INTRODUZIONE AL BLOG 22

Troppo spesso, nel corso della mia professione di chirurgo, mi sono trovato al cospetto di pazienti “smarriti” difronte al percorso di accesso al Sistema Sanitario Nazionale,  impreparati ad affrontare e ad accettare la diagnosi di una malattia grave (e chi lo è?!), ed inconsapevoli, spesso, del destino che li attende (alla faccia del consenso informato!).

Questo blog nasce con l’intenzione divulgare argomenti di natura medico-chirurgica, traducendo il linguaggio scentifico (spesso chiaro soltanto a noi medici) in un linguaggio comprensibile a tutti. In particolare verranno descritte alcune fra le patologie gravi maggiormente diffuse (cominciando dal carcinoma della mammella, e poi si vedrà! tutto dipende dall’interesse dei “naviganti”) partendo dalle nozioni di anatomia dell’organo interessato, fino ad arrivare ai percorsi diagnostici e terapeutici che i pazienti devono seguire, per ottenere il massimo risultato possibile, con il minimo sforzo.

Prima di di cominciare a pubblicare, desidero ringraziare il mio amico Filippo, che mi ha introdotto nel mondo dei blogs, e scusarmi con coloro che vorranno visitarmi, perchè da neofita ed autodidatta commetterò sicuramente degli errori (spero non grossolani) nella gestione del mio blog. Qualora vi fossero commenti o domande cercherò di rispondere al più presto, compatibilmente con i turni in ospedale e gli impegni familiari.

Grazie e benvenuti a tutti.

∞∞∞ ∞∞∞ ∞∞∞ ∞∞∞ ∞∞∞ ∞∞∞

NUOVO TITOLO AL BLOG

Quando cominciai a scrivere e pubblicare sul mio blog, mio preoccupai più dei contenuti che della forma. Trovata quindi una veste grafica che mi piacesse, iniziai a pubblicare i post senza più pensare ad un vero e proprio titolo, accettando supinamente quello che veniva proposto dalla piattaforma wordpress ( anche se, a dire il vero, non mi era mai piaciuto). Con l’inizio dell’anno nuovo mi ripromisi quindi di cambiarlo, ma ahimè senza trovare la giusta ispirazione fino ad alcuni giorni fa, quando nel compilare un atto operatorio mi sono servito di una locuzione che viene spesso usata nel nostro  linguaggio e cioè asportazione “en bloc”! ……

Spero che il nuovo titolo vi piaccia, in ogni caso credo sia comunque migliore del precedente!

About these ads

    • Grazie Annarita, auguro anche a te ogni bene possibile, e che il 2009 sia per te un anno meraviglioso.
      Ti saluto con affetto
      Alberico

  1. Ciao, sono Alex del blog “Sentieri della Medicina”, ti ringrazio per il link al mio blog, visto il cambio di titolo ho provveduto ad aggiornare il link di riferimento al tuo blog (dove dice Chirurgia “En Blog” – Il blog del dr. Colcavagno, medico chirurgo). Ciao :-)

    • Grazie Alex, sei molto gentile. Permettimi solo una piccola correzione: colcavagno corrisponde alla seconda parte del mio cognome (che per motivi di riservatezza non ho messo per esteso). Se sei d’accordo potresti utilizzare direttamente il mio nome ALBERICO.
      Ti ringrazio
      A presto
      Alberico

  2. salve dott. Alberico , non so se riuscira’ ha rispondermi in breve tempo visto che siamo nel mese di agosto, potrei avere un suo aiuto o suggerimento a quello che abbiamo scoperto da poco? mia moglie a 38 anni , dalla sua prima mammografia ( fatta perchè io mi accorsi di un bozzo duro al seno sx) si è rinscontrato un cluster di microcalcificazioni sospette si è deciso di agire facendo una quadrenctomia senza toccare il linfonodo sentinella il tutto inviato per esame istologico la risposta è questa: carinoma duttale infiltrante scarsamente differenziato del diametro massimo di cm 0,2. nel contesto di tutte le sezioni esaminate si osservano numerosi focolai di carcinoma intraduttale di tipo comedonico (G3) e depositi di sali di calcio, presenti anche a cm 0,5 dal margine areolare ed a cm 0,3 dal margine ascellare. Cute indenne da infiltrazione neoplastiche .
    G3 classificazione UICC2002: pT1a

    sono in corso indagini di immunoistochimica per determinare fattori prognostici. che consiglio ci puo’ dare?

  3. salve dott. Alberico, la ringrazio moltissimo per la risposta è stato gentilissimo , le ho risposto via mail x aggiornamenti. cordiali saluti Ale

  4. Complimenti Dott. Alberico, da un vecchio commilitone che hai introdotto all’ambiente sanitario, quando mi facevi da chioccia da bravo ASA anziano.
    Devo dire che sei sempre uguale…complimenti ancora, sei sempre un grande!!!

    • Perbacco Nicola!! Mi hai lascito senza parole. Da quanto tempo non ci vediamo!? Sono felice di risentitrti dopo tutto questo tempo. Ti scrivo via mail così mi dai notizie più dettagliate.
      Un abbraccio forta da un vecchio amico

  5. Non trovando più il guestbook del blog ho deciso di lasciare il mio saluto qui.

Voglio ringraziare pubblicamente il Dott. Alberico per un consulto circa la mia patologia avvenuto in Agosto via mail.
Sebbene la mia malattia non rientri espressamente nelle tipologie di competenza del Dott. Alberico, egli mi ha dato utili consigli che hanno contribuito a farmi prendere una delicata decisione riguardo la mia patologia.

    Grazie ancora, complimenti per il suo blog e auguri!


  6. Buonasera dottore, ho 49 anni ed ho appena ritirato l’istologico per un nodulo al seno che ho scoperto ad ottobre, le riporto quanto scritto:

    Formazione ipoecogena senza attenuazione del fascio ultra sonoro, lobulata a contorni regolari, in Q1 ai limiti con Q3 a destra diametro max 8 mm.
    Sospetto radiologico conclusivo: U3

    Biopsia con ago tranciante (18 G) su guida ecografica

    Giudizio diagnostico: quadro morfologico compatibile con lesione fibroepiteliale della mammella a tipo fibroadenoma, è forse un tumore filloide benigno? potrebbe trasformarsi? Grazie

    • Cara Maria Rosa, credo che possa stare assolutamente tranquilla. Da quanto mi scrive pare trattarsi di un fibroadenoma di 8 mm. L’unica raccomandazione è di tenerlo sotto controllo con delle ecografie periodiche. Qualora aumentasse rapidamente di volume sarà necessario asportarlo. In ogni caso se questa cosa la mette in ansia o non le consente di vivere serenamente le consiglio di asportarlo perchè: 1) l’intervento sarebbe assolutamente “di minima”, 2) l’esame istologico definitvo la rassicurerebbe, e 3) avrebbe eliminato il problema alla radice!
      Le faccio i mie migliori auguri di Buon Natale e di Felice Anno Nuovo
      Alberico

  7. In ritardo, anzi in ritardissimo….tantissimi auguri di buon Natale fatto, e i migliori auguri per un futuro smagliante, trapunto di stelle, in un oceano di serenità. Buona fine e buon inizio…:-)

    • Grazi caro amico di M.I., sono auguri graditissimi che ricambio di cuore.
      Come puoi vedere il mio blog “è fermo” da troppo tempo, purtroppo non riesco più a trovare il tempo per pubblicare.
      Spero che il 2010 mi porti giornate di 25 ore!!!
      A presto
      Alberico

  8. “Chirurgia “en blog”” Window Treatments genuinely enables
    me think a tiny bit further. I personally cherished each
    and every single piece of it. Regards ,Heike

  9. Salve Dottor Alberico. Mi trovo qui a scriverle perché la mia ignoranza in materia sfocia in preoccupazioni. Ho 34 anni e lo scorso anno in marzo, attraverso palpazione, mi accorsi di avere un nodulo al seno ds. L’ecografia ne diede conferma (1.5 cm). Poi in settembre mi accorsi che ve ne era uno nuovo ed un’ulteriore ecografia in novembre ne evidenziò ben 9, di cui 3 al seno ds (1.5, 0.9 e 0.5 cm), 3 sul prolungamento ascellare seno ds (0.6, 0.7 e 1 cm) e 3 sul prolungamento ascellare sin (0.3, 0.5 e 0.7 cm). Sulla base di tanta attività in così poco tempo, peraltro non giustificata né dall’assunzione di ormoni, né da sforzi fisici, mi fu consigliato agoaspirato sul nodulo maggiore che ho effettuato lo scorso marzo. L’esame effettuato ha evidenziato che tale nodulo in 4 mesi è cresciuto da 1.5 a 1.7 cm. Il referto citologico riporta: 2 agoaspirati, si aspira scarso materiale ematico.
    ” Materiale ematico, alcuni macrofagi e gruppi di cellule duttali talora con spiccati equivalenti proliferativi. Si associano alcune cellule mioepiteliali e nuclei nudi sul fondo. Il quadro morfologico può essere compatibile con lesione fibroepiteliale a tipo di fibroadenoma. Si consiglia follow-up con ripetizione dell’agoaspirato in caso di aumento volumetrico e/o modificazioni della forma”
    Il tutto tradotto in: “per me è benigno, valuti lei se è il caso o meno di asportarlo”.
    Dopo aver tirato un gran sospiro di sollievo, mi ritrovo oggi un po’ perplessa e preoccupata a causa del dolore che questi noduli mi provocano, essenzialmente al seno destro. Ho sovente delle fitte lancinanti che tolgono il fiato, le sento provenire da dentro. Non ho trovato informazioni in merito e pertanto le chiedo gentilmente un parere, una parola che possa far luce e se il consiglio è quello di intervenire chirurgicamente o meno.
    Certa di una sua cortese e celere risposta, le porgo i miei più distinti saluti.
    Morena

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...